Tutti con il naso all'insù per la stupenda cometa Neowise C/2020 F3

July 10, 2020

La Cometa Neowise C/2020 F3 ripresa da Alessandra Masi la mattina del 7 luglio dal Passo Giau 

 

Finalmente, dopo lunga attesa,  la cometa ”’C/2020 F3 (NEOWISE) ”’sta facendo capolino nel nostro cielo. La cometa ha superato indenne il perielio il 3 luglio scorso, quando è passata a soli 43 milioni di chilometri dal Sole, rendendosi visibile in questi giorni prima dell’alba, molto bassa al di sopra dell’orizzonte tra le luci del crepuscolo.

Le condizioni non sono ottimali ma la luminosità della cometa è paragonabile a quella di una stella di prima grandezza e, se il cielo è limpido e l’orizzonte è completamente libero, è possibile osservarla con un binocolo ed anche ad occhio nudo. Non sarà la cometa del secolo, ma è la prima che si rende visibile ad occhio nudo dopo molto tempo.

La direzione dove cercarla al mattino, intorno alle ore 04, è appena sopra l’orizzonte a Nord-Est, vicina al punto dove poi sorgerà il Sole.

Le condizioni di osservazione andranno un po’ migliorando fino al 13-14 luglio perché la cometa si  alzerà un po’ al di sopra dell’orizzonte, ma non di molto. Dopo queste date  la visibilità al mattino andrà peggiorando, ma fortunatamente la cometa spunterà anche sull’orizzonte Nord-Ovest, dopo il tramonto del Sole, rendendosi visibile ad orari molto più comodi.

Teoricamente potrebbe essere visibile alla sera già dopo il 10 luglio, molto bassa sull’orizzonte e immersa nel chiarore del crepuscolo. Con il passare dei giorni andrà guadagnando visibilità abbastanza velocemente fino a raggiungere la massima altezza sull’orizzonte verso fine mese (circa 30 gradi di altezza al crepuscolo, che corrisponde più o meno all’angolo sotteso da un palmo e mezzo di una mano osservata dalla  distanza di un braccio). 

Nota dolente, va anche detto però che la NEOWISE è in fase di allontanamento dal Sole, e inevitabilmente la sua luminosità sta diminuendo e probabilmente diventerà presto un oggetto difficile da vedere ad occhio nudo. Per seguirla fino alla fine del mese dovrebbe però essere sufficiente un binocolo, preferibilmente ben fissato su di un treppiede.

La cometa attualmente è facilmente fotografabile con una fotocamera, meglio se con con un piccolo teleobbiettivo, fissata su di un treppiede e con tempi di posa indicativamente intorno ad 1 secondo (400-800 ISO). Anche qui sono necessarie diverse prove per cogliere il momento migliore, eventualmente curando anche l’inquadratura con gli elementi del paesaggio.

Buone osservazioni a tutti! (Giannantonio MilaniResponsabile Sezione Comete UAI)

 

 

Ecco le foto dei soci dell'Associazione Astronomica Cortina:

 

 

 

 

 

Please reload

Featured Posts

Visite per il pubblico nel mese di agosto 2020

August 3, 2020

1/5
Please reload

Recent Posts

December 25, 2019

Please reload

Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

© 1996-2019 by Associazione Astronomica Cortina. created with Wix.com

click here for old website version

our partners

  • Facebook Social Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now