Le Galassie di Seyfert

November 14, 2017

 

Le Galassie di Seyfert appartengono alla categoria delle "galassie attive", una vasta classe di oggetti cosmici interessati da una massiccia emissione di radiazione ad alta frequenza.
Il meccanismo fisico che si pensa possa giustificare una simile emissione di energia è quello dell'accrescimento di materia stellare e polvere intergalattica da parte di un buco nero supermassiccio, con una massa compresa fra 10 milioni e 1 miliardo di masse solari.
Il buco nero si accrescerebbe di circa una massa solare all'anno, producendo le emissioni d'energia misurate dai satelliti. Quest'oggetto, poi, sarebbe anche responsabile dei getti e delle varie peculiarità morfologiche osservate in tali galassie.

Le Galassie di Seyfert prendono il nome dall'astronomo Carl Seyfert, che nel 1943 per primo ne evidenziò le peculiarità; sono suddivise in due sottoclassi (tipi I e II) a seconda delle particolari caratteristiche spettrali.

    Le Galassie di Seyfert hanno una luminosità circa un centinaio di volte maggiore di quella della nostra Via Lattea, ed emettono principalmente nell'infrarosso, ma pure la banda X è molto forte. Il loro spettro mostra evidenti righe di emissione, mentre morfologicamente si nota la presenza lungo il piano galattico di un toro (ciambella) di polveri che avvolge il loro nucleo. Si pensa che questa caratteristica modifichi le proprietà osservative di tali galassie a seconda dell'inclinazione che sottendono all'osservatore. In generale praticamente tutti i Nuclei Galattici Attivi (AGN), dei quali fanno parte anche le Galassie di Seyfert, si pensa siano galassie molto più attive del normale e che si presentano diverse a causa della varia inclinazione rispetto ala nostra linea di vista.
    Data l'enorme temperatura del nucleo galattico, a una certa distanza da esso le polveri del toro che l'avvolge, e che sono solitamente opache alla radiazione visibile, sublimano divenendo permeabili alla stessa radiazione ottica. Queste galassie costituiscono circa il 2-3% dell'intero ammontare di galassie dell'universo.

     

    Le galassie di Seyfert in Wikipedia

     

     

     

    La galassia M77, nella costellazione della Balena, è un tipico esempio di galassia di Seyfert, forse il più vicino alla Via Lattea (47 mln a.l.)

    Immagine ripresa al Col Drusciè (telescopio Maioni - SC 11" f/6,3)

     

     

     

     

    Please reload

    Featured Posts

    Visite per il pubblico nel mese di agosto 2020

    August 3, 2020

    1/5
    Please reload

    Recent Posts

    December 25, 2019

    Please reload

    Search By Tags
    Follow Us
    • Facebook Classic
    • Twitter Classic
    • Google Classic

    © 1996-2019 by Associazione Astronomica Cortina. created with Wix.com

    click here for old website version

    our partners

    • Facebook Social Icon
    This site was designed with the
    .com
    website builder. Create your website today.
    Start Now